Il nuovo MacBook può essere ricaricato da un battery pack portatile

Macbook-and-Mophie-ChargerTorniamo a parlare del nuovo MacBook di Apple, un laptop con un bellissimo display retina, un design sottile e leggero e, purtroppo, una sola porta USB-C.
Come anche noi vi abbiamo accennato, la maggior parte delle lamentele riguardo questo dispositivo vertono proprio sul fatto che una sola porta USB-C non sia abbastanza. Oltre a questo, c’è un altro neo di cui si è parlato in molte recensioni, ovvero la mancanza del caricatore magnetico MagSafe, ma almeno da questo punto di vista ci sono delle buone nuove.
Il connettore USB-C è molto versatile, in grado di permetterci di trasferire dati, trasmettere video, mandare e ricevere energia – ed è questo il punto sul quale vogliamo concentrarci oggi.
Il nuovo MacBook, perciò potrà essere ricaricato da un battery pack portatile, proprio come un qualsiasi iPad o iPhone. Tutto ciò che vi servirà è un cavo USB-C – USB-A, reperibile facilmente e per pochi euro.
A differenza di MagSafe, la quale è una tecnologia proprietaria di Apple, USB-C è universale, il che rende il dispositivo il primo MacBook a poter godere di una ricarica tramite un battery pack.
Secondo quanto dichiarato da Apple, il dispositivo ha una durata della batteria pare a nove o dieci ore per carica e con un battery pack potreste estendere ancora di più la sua durata.
Inutile dire che questa funzionalità può tornare utile in molteplici situazioni, che sia durante un viaggio in treno o in aereo o durante una scampagnata, una gita fuori porta.
E voi quale pensate sia la tecnologia più utile per il vostro dispositivo? Siete tra coloro a cui mancherà MagSafe, oppure preferite la presenza del connettore USB-C? Rispondete utilizzando i commenti.

Scritto da Octavia

Salve a tutti, sono Margherita, fervida credente nel potere delle parole. Scrivere è una delle mie passioni. Ho iniziato diversi anni fa scrivendo per Heavy World e collaborando con eutk come redattrice ed intervistatrice, due note webzine e From Wishes To Eternity, rivista ufficiale del fanclub di una nota band musicale finlandese, i Nightwish. Essere informata su ciò che mi circonda, altrettanto. Adesso sono un'articolista freelance, lavoro principalmente su Scribox.it ma anche su altre piattaforme. Collaboro, inoltre, presso la facoltà di giurisprudenza come tutor alla pari. Sono una laureanda della medesima facoltà con una buona padronanza dell'inglese base e giuridico. Sono una di quelle persone che crede che la vita abbia sempre qualcosa da insegnarci, per cui piedi saldi a terra e sguardo che scruta lontano in attesa della prossima esperienza di crescita.