Tinder vuole rendere la sua app più aperta agli utenti transgender

rad

Tinder sta cercando di mettersi al passo con la comunità transgender.
Parlando durante la Code Conference, Sean Rad, CEO di Tinder, ha svelato che la società sta per rilasciare delle nuove funzionalità nella nota app di appuntamenti, le quali saranno utili per altri generi oltre a “maschile e femminile.” Il CEO tuttavia non ha potuto specificare nulla riguardo queste novità.
Per gli utenti transgender, Tinder fino ad ora non è stato molto “amichevole,” se così si può dire. Tali utenti sono stati anche bannati dall’app, dopo che altre persone avevano segnalato i loro profili come falsi. Alcuni altri utenti transgender hanno dichiarato di aver subito anche insulti dopo essere stati associati, dall’app, ad utenti ostili verso il loro modo di essere.
Per quanto riguarda gli utenti bannati, Tinder ha revisionato e ripristinato gli accounts che non violavano il regolamento della community. Ma l’applicazione, al momento, permette lo stesso di identificarsi solamente nei due generi “maschile e femminile,” come se desse per scontato che tutti i suoi utenti si identifichino nel loro sesso di nascita. Secondo Rad, questo è un problema ed è una cosa che va cambiata per rendere l’app più amichevole anche verso la comunità LGBT.
Trovare un punto d’incontro tra le necessità di un utente trans e le opzioni messe a disposizione dall’app non è facile, poiché molti transgender desiderano giustamente identificarsi come uomini o donne, senza dover per forza specificare altro.
Non sappiamo ancora cosa verrà offerto da queste nuove funzionalità di Tinder e quanto queste saranno ben accolte dall’utenza alle quale saranno dedicate. Tuttavia, presto ne sapremo sicuramente di più.
Avete qualcosa da aggiungere a questa notizia? Scriveteci utilizzando i commenti.

Scritto da Octavia

Salve a tutti, sono Margherita, fervida credente nel potere delle parole. Scrivere è una delle mie passioni. Ho iniziato diversi anni fa scrivendo per Heavy World e collaborando con eutk come redattrice ed intervistatrice, due note webzine e From Wishes To Eternity, rivista ufficiale del fanclub di una nota band musicale finlandese, i Nightwish. Essere informata su ciò che mi circonda, altrettanto. Adesso sono un'articolista freelance, lavoro principalmente su Scribox.it ma anche su altre piattaforme. Collaboro, inoltre, presso la facoltà di giurisprudenza come tutor alla pari. Sono una laureanda della medesima facoltà con una buona padronanza dell'inglese base e giuridico. Sono una di quelle persone che crede che la vita abbia sempre qualcosa da insegnarci, per cui piedi saldi a terra e sguardo che scruta lontano in attesa della prossima esperienza di crescita.