James Cameron convince la NASA ad usare una camera 3D durante la prossima missione su Marte

Cosa fai una volta che battuto il tuo stesso record per il film con il maggior numero di incassi sul pianeta? Beh, cerchi un altro pianeta, ovvio! James Cameron, nella sua infinita benevolenza e saggezza muldimensionale, ha convinto i pezzi grossi della NASA ad includere una telecamera 3D ad alta risoluzione sul rover Curiosity (anche detto Mars Science Laboratory), il cui lancio verso il pianeta rosso è previsto per il 2011. Lo sfondamento del budget disponibile ha costretto la NASA a rinunciare all’idea di una camera autostereoscopica, ma il regista (ormai da diversi anni coinvolto nel progetto) è dell’opinione che la missione sarebbe molto più interessante se le persone potessero vederne i risultati in 3D. In effetti, utilizzare simili tecnologie in quest’ambito potrebbe accrescere notevolmente l’interesse del pubblico verso l’esplorazione spaziale, magari riportandolo quasi ai livelli di quando, nei lontani anni ‘6o, si era nel pieno della corsa allo spazio. Certo, in quell’epoca si trattava di politica… ma, considerando la “capacità visionaria” di Cameron – Titanic e Avatar tanto per togliere ogni dubbio – perchè non dargli ascolto?

Scritto da mick